top of page

Group

Public·58 members

Come Aggiungere Fusi Orari Diversi All’orologio Di Ubuntu


Il modulo time fornisce l'accesso a parecchi tipi di clock, utili per scopi diversi. Chiamate di sistema standard come time() ritornano il tempo "orologio" di sistema. L'orologio monotonico (monotonic()) può essere usato per misurare il tempo impiegato da un processo con un lungo tempo di esecuzione in quanto è garantito che non andrà mai indietro, anche se l'orario di sistema cambia. Per un test delle prestazioni perf_counter() fornisce accesso al clock con la risoluzione più alta disponibile per rendere più accurate le misurazioni di tempi brevi. Il tempo di CPU è disponibile tramite time(), e process_time() ritorna l'orario del processore e del sistema combinati.




Come aggiungere fusi orari diversi all’orologio di Ubuntu



Laddove time() restituisce un orario come fosse un normale orologio, clock() ritorna il tempo di clock del processore. I valori ritornati da clock() riflettono il tempo effettivo impiegato dal programma mentre è in esecuzione.


Per Linux (ma in realtà per qualsiasi server Unix) l'ora corrente è moltoimportante, e lo dimostra la quantità di orologi presenti nel sistema stesso(oltre all'orologio standard, nel kernel c'è anche un'orologio per ilrealtime, e altri orologi), come l'ora corrente sia usata spesso e come ilsistema diventi ``isterico'' negli attimi successivi un cambio di orario(generalmente per correggere il minuto di anticipo che può avere l'orologiointerno).Ogni computer ha un orologio hardware, alimentato a batteria, e chepermette di tenere l'ora esatta nel tempo anche quando la macchina è spenta.Ma il kernel ha anch'esso un suo orologio, che si allinea con quellohardware all'avvio del sistema, ma poi prosegue indipendente (infatti se sicambia l'ora da Linux ma non la si scrive nell'HW, al successivo riavvio ilkernel si riallinea all'orologio HW).Di qui l'esigenza che l'orologio HW abbia un'orario valido. C'è unadifferenza sostanziale, però: l'orologio HW è un semplice contatore stupidodi secondi, dietro al kernel Linux (e Unix in genere) ci sono anche librerieintelligenti, come quelle che gestiscono i fusi orari e i cambi di orarioestate/inverno.Una cosa da tenere sempre presente è che il kernel usal'ora internazionale, ovvero quella relativa almeridiano di Greenwich. L'orologio HW può essere sincronizzato con l'oralocale oppure anch'esso con l'ora internazionale. Se la macchina vieneavviata anche con sistemi operativi diversi da Linux, probabilmentel'orologio HW è sincronizzato con l'ora locale, altrimenti ci sono molti piùvantaggi ad usare l'ora internazionale anche per l'orologio HW.Questo perché lavorando il kernel con l'ora internazionale, ognirichiesta di lettura dell'ora locale viene filtrata tramite la libreriaprincipale (libc5, e, man mano che si diffonderà, anche lalibc6) ed elaborata calcolando il fuso orario e la presenzadell'ora legale. Se anche l'orologio HW è sincronizzato con l'orainternazionale non serve neanche cambiare l'ora in concomitanza con ilcambio dell'ora legale.date: mostra l'ora, ma non soloIl comando date mostra l'ora corrente per il fuso orariolocale. Ogni utente può specificare il proprio fuso orario tramite lavariabile d'ambiente TZ, così chi lavora su un server moltoremoto e da un fuso orario diverso, può lavorare utilizzando l'ora localedel posto da cui è collegato.Ma date va più in là. È possibile adattare il formatod'uscita alle proprie preferenze, decidendo quali informazioni stampare e inche ordine. Dando come parametro un ``+qualcosa''viene usato quel formato, e potrebbe essere utile per script automatici diarchiviazione, quando serve creare dei file contenenti una parte della data(spesso si tratta di mese e anno). Ad esempio il comando:tar cvfz etc-`date +%y%m`.tgz /etccrea un archivio tgz con il contenuto di /etc,chiamato con un nome contenente quattro cifre che rappresentano l'anno e ilmese in cui viene fatta l'archiviazione dei dati.Ma non solo!Generalmente questi backup si fanno alla fine di un giorno o di un mese,quindi si rischia di archiviare con il numero del mese in corso il materialerisalente il mese prima.Ma date non finisce di stupire. Se il 1o giorno del mesedeve essere fatto il backup di una directory con i dati elaborati il meseprima, basta sostituire il comando precedente con:tar cvfz etc-`date -d "a month ago" +%y%m`.tgz /etcQui si prende come data di riferimento il mese precedente, e si componeil nome del file prendendo le ultime due cifre dell'anno e le due cifre delmese, ma riferendosi sempre al mese precedente quello attuale. Così è anchepossibile sapere il giorno della settimana di una data qualsiasi, tipoNatale:date --date '25 Dec' +%AA seconda che il database ``locale'' sia completo o meno, ilgiorno della settimana apparirà stampato integralmente in inglese o initaliano.Impostare data e oraSe la data non è corretta, è necessario sistemarla. Questo compito èriservato all'utente root, visto che un cambio di data ècritico per il sistema. Ad esempio potrebbe capitare che alcuni file venganospostati nel futuro, e che ci sia una sovrapposizione di tempi che rende unpo' illeggibile alcuni log. Pure make si arrabbia se trova deifile con la data nel futuro!Conviene per praticità impostare la data da Linux rispetto che dal bios,in quanto da Linux avviene il calcolo automatico del fuso orario, comodo sel'orologio HW usa l'ora internazionale. Se si dà a date unparametro puramente numerico (senza quindi precederlo da altre opzioni),questo viene interpretato come l'ora da impostare nel sistema. I campi inquestione sono:due cifre del mese corrente;due cifre del giorno del mese corrente;due cifre dell'ora corrente;due cifre dei minuti correnti;(opzionale) due o quattro cifre dell'anno in corso;(opzionale) un punto seguito dalle due cifre dei secondi.Il comando clockQui entra in gioco il comando /sbin/clock.Attenzione: c'è un altro comando con lo stesso nome nelsistema, che crea un orologio analogico o digitale su un display grafico(X). L'amministratore dovrebbe in caso di dubbi chiamare/sbin/clock per esteso.Questo comando permette di leggere l'orologio HW, allineare l'orologiodel kernel all'orologio HW, o impostare l'ora del kernel nell'orologio HW.Rispettivamente le opzioni da dare sono: -r, -s e-w. L'opzione -u dice di trattare l'oradell'orologio HW come se fosse l'ora internazionale. Generalmente dovrebbeesserci una chiamata a /sbin/clock nei file di inizializzazionedel sistema, per la distribuzione Debian questo file è/etc/init.d/boot (per le altre distribuzioni provate a lanciareun grep nei file di /etc/rc.d/ o simili).Il comando rdateNulla di meglio è allineare automaticamente l'orologio del propriocomputer all'ora di un server affidabile. A questo scopo viene in aiuto ilcomando rdate.rdate chiede l'ora ad un server specificato nella riga dicomando e aggiorna l'orologio del kernel. Ci sono delle opzioni chepermettono di non mostrare l'ora o di leggerla dal serve remoto senzaimpostare l'orologio locale.Una cosa furba sarebbe mettere in /etc/ppp/ip-up questerighe (così si allinea l'orologio del proprio PC ogni volta che parte laconnessione ad Internet):/usr/sbin/rdate -s time.ien.it/sbin/clock -wuLa prima chiede l'ora esatta all'Istituto ElettrotecnicoNazionale, che mantiene l'ora di riferimento per l'Italia, la secondariga allinea l'orologio HW a quest'orario, in modo da essere perfetti anchese spegniamo e riaccendiamo il PC in seguito.rdate potrebbe avere problemi se il sito risponde inritardo, ma penso che se la risposta arriva entro pochi secondi, rimangacomunque entro limiti accettabili.L'ora dei fileOgni file su disco dispone di ben 3 (tre) orari: l'ora di creazione,l'ora dell'ultima modifica, e l'ora dell'ultimo accesso. Generalmentels mostra l'ora dell'ultima modifica, ma con alcune opzioni puòmostrare qualsiasi orario.Il comando touch permette di modificare la data di modificadei file (se si hanno i permessi sufficienti). Questo può forzare laricompilazione di programmi usando make, oppure allineare la data dimodifica di un gruppo di file ad un'ora precisa.In particolare ultimamente ho avuto bisogno di spostare di pochissimol'ora di modifica di alcuni file, per evitare che wget liriscaricasse dai siti originali ritenendoli troppo vecchi. È bastatospostare di 2 ore in avanti l'ora di modifica per far credere awget che non servisse riscaricare i file.Ecco lo script che ho usato:find . -type f -print while read nomefiledo curdate=`ls -l --full-time $nomefile cut -c 47-66` newdate=`date -d "$curdate + 2hour" +\%m\%d\%H\%M\%Y` touch $newdate $nomefiledoneLa prima riga dice di prendere tutti i file che si trovano sotto ladirectory corrente e ogni sottodirectory. La terza riga preleva la data dimodifica del file per esteso tramite ls. La quarta analizza ladata, la fa avanzare di 2 ore e la converte in un formato compatibile pertouch. La quinta riga sistema la nuova data del file.Letture consigliatePer maggiori informazioni si consiglia la lettura delle seguenti manpage (molte sono già disponibili in italiano, altre lo saranno presto sequalcuno volesse contribuire al progetto ILDP di traduzione delle man page):date(1),ls(1),touch(1),clock(8),rdate(8).diMichele Dalla Silvestra 350c69d7ab


https://soundcloud.com/yaroslavxyvki/download-global-mapper-11-full-crack

https://soundcloud.com/tiibacape1978/tekla

https://soundcloud.com/diecaikfulche/miracle-box-crack-282-download

https://soundcloud.com/byronkorusq/power-bi-full_free-trial-download

About

Welcome to the group! You can connect with other members, ge...
bottom of page